lunedì 20 febbraio 2012

La "nuova" frontiera dello streaming!

Dopo le famigerate vicende di Megavideo, Megaupload e simili ( oltre a questi due famosi siti, per i pochi che non lo sanno, anche altri "servizi" similari hanno chiuso i battenti ), trovare film in streaming in rete è diventata un'impresa. Dandosi un po' da fare, è ancora possibile vedere qualche film o serie, ma non è più facile come prima. Ma, probabilmente individuando una nicchia di mercato, forse creata ad hoc, prontamente si è inserito nel giro dello streaming di film completi il colosso del settore: Youtube. Lo so che da tanto tempo si possono vedere alcuni film completi divisi in 10-12 parti, o cartoni animati tipo Mila e Shiro, ma da un po' di tempo nel contenitore di video per eccellenza si trovano proprio lungometraggi commerciali completi, ed anche in qualità accettabile. Il repertorio non è certo ai livelli del defunto Megavideo, ma inserendo nella barra di ricerca "film completo" rimarrete sorpresi dalla quantità dei risultati. E la cosa che a me fa più piacere, è che si possono rivedere alcune chicche degli anni '80 che in genere non sono immediate da reperire. 
Ora, a me la cosa sembra un po' sospetta, ed alcune domande sorgono spontanee.
Prima di tutto: Youtube è in regola con il copyright di questi film?
Io ho alcuni dubbi in proposito...
Secondo: questi film verranno prontamente rimossi, o il colosso dello streaming li lascerà là per aumentare a dismisura il già immenso numero di visitatori del sito?
Terzo: le autorità che hanno devastato l'impero di Megavideo, avranno il coraggio di attaccare un colosso del settore come Youtube, che sicuramente ha le armi per difendersi e che non è nuovo a situazioni del genere?
E per ultimo: è puramente casuale il fatto che dopo una settimana dalla chiusura di Megavideo siano iniziati ad apparire film completi su Youtube?
Io sto leggendo in giro per farmi un'idea in proposito, ma per il momento ho parecchi dubbi, e nel frattempo mi sono già guardato 5-6 film ( ho appena finito Tango & Cash, tanto per dire ).
Spero che l'FBI non faccia irruzione nella mia stanza stanotte.
Voi cosa ne pensate?

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Lol tango & cash ce l'ho in DVD! C'è una legge americana che afferma che i provider non sono responsabili di quello che postano gli utenti ma, su segnalazione devono togliere il contenuto che viola le leggi d'autore. In base a ciò, non capisco in base a cosa abbiano chiuso megaupload. Io ritengo che l'accusa non sia esattamente di aver condiviso filmati quanto di non averli rimossi e di non aver predisposto filtri appositi. Google ritengo invece agisca in questo modo e quindi penso sia più difficile da attaccare. Inoltre penso che Google abbia anche una copertura (leggi influenza) politica ed è anche una compagnia "seria" ossia con un'ottima reputazione. Inoltre gli utenti di Google non solo al 95 psr cento piratonzoli ma anche aziende che lo usano per lavoro. Questo ancora una volta significa influenza politica che è poi quella che conta. Comunque ci hanno già provato con Google ma gli è andata male. Quello che succederà è che Google cercherà di filtrare più possibile i film ma ovviamente non è poi così facile e a rendere le cose più difficili basta qualche trucchetto idiota perché si sa che le macchine non possono competere con l'uomo. Non ti sei mai chiesto come mai alcuni film sono specchiati? :-P per evitare i filtri appunto... La solita storia di guardie e ladri continua...
Grissino

Oscar ha detto...

Per Megavideo, ho letto in un paio di articoli che l'azienda retribuiva gli utenti che caricavano più contenuti "di valore" e probabilmente questa è stata la loro fregatura. Un dirigente di RapidShare ha dichiarato che loro non hanno paura di ripercussioni legali, in quanto sono responsabili solo fino ad un certo punto di quello che caricano gli utenti.
Per la storia dei film "specchiati" ci avevo fatto caso anch'io ed un amico mi ha spiegato prontamente che è uno degli stratagemmi per eludere i filtri. In ogni caso, i film completi sul tubo stanno aumentando ogni giorno, ne ho trovati di nuovi anche ieri sera. Speriamo non li rimuovano, perchè è una comodità non da poco.

Lucio ha detto...

film completi sul tubo si vedono da molto tempo. In realtà, fino a poco fa si trovavano meno film e, almeno, parlo delle mie ricerche di qualche tempo fa, commedia italiana anni '80 c'è praticamente un bottino non da poco da molto tempo. Ricordo una vecchia legge (ma non avendo studiato legge potrei benissimo, e ne sarei contento, venire sfanculato con poche parole) che dice che ciò che "passa" in tivvù diventa di libera circolazione...per cui i film possono girare liberamente. Se qualcuno sa chiarire questa faccenda si faccia avanti perché sembra strano anche a me che girino i film da guardare "alla scrocca" così facilmente su un così facile sito da trovare. Per quanto mi riguarda, mi accontento di audio/video sicuramente non da Blue-ray disc dei film che passano sul tubo e continuerò ad usarlo fino a contrordine eventuale!