sabato 1 novembre 2008

Bilancio di Ottobre

Ieri ho finito il primo mese di permanenza "attiva" qui in Austria, nel senso che Settembre l'ho impiegato a cercare casa, quindi non lo conto. Nel complesso lo reputo un mese con il bilancio in attivo, anche se un po' meglio poteva andare.

Col tedesco, aspetto che al momento considero il più importante della mia permanenza, sto facendo qualche progresso, anche se sono sempre più convinto del fatto che mi ci vorrà ancora parecchio per acquisire una padronanza accettabile della lingua. Al corso faccio fatica, ma non sono certo il solo. In classe mia ci sono persone che abitano qui in Austria da 3-4 anni, e sono al mio livello, quindi un po' mi consolo. Ci sono due ragazzi ( uno italiano ed uno sloveno ), tanto per fare un esempio, che lavorano all'Hypo-Bank, e sono qui da 2 anni. Mi fa un po' strano che siano in classe con me; in teoria dovrebbero essere molto più avanti . Lo stesso vale per una ragazza di Cortina che studia violino qui al conservatorio: è qui a Klagenfurt da più di due anni, ed è allo stesso livello mio. La cosa, non lo nego, un po' mi spaventa, ma d'altro canto sono anche soddisfatto per quello che ho imparato finora. Finchè la gente mi parla in tedesco, capisco quasi tutto e riesco ad esprimermi decentemente. Mi sono guardato qualche film in lingua, senza sottotitoli, e capisco tre quarti di quello che dicono, anche perchè finora ho guardato solo film già visti ( gli ultimi due "Arma Letale" e "Hitch" ). Un discorso a parte va fatto per il dialetto locale: con i ragazzi della pallavolo, non capisco quasi niente, ma hanno pazienza fortunatamente. Ho difficoltà anche se c'è tanto rumore di fondo, tipo nei locali, ma è normale.

Con il lavoro, qualcosa ho fatto, ma finora non ho trovato niente di concreto. Ho fatto un altro colloquio in un supermercato ( per gli habituè di Velden, con la filiale Billa di Reifnitz, nota per i panini maledetti che Beda mangia così volentieri ), e devono sapermi dire qualcosa entro questa settimana. Inoltre ho portato il CV in un paio di agenzie interinali, ed ho un altro appuntamento alla Manpower per lunedì mattina. Un paio di potenziali datori di lavoro mi hanno già risposto che non se ne fa niente, ma ho almeno apprezzato la correttezza. Per il momento continuo a leggere inserzioni sia sui giornali che su internet, ed a mandare cv, e speriamo di avere fortuna. Sono riuscito a capire come si fa a stampare i documenti all'Università ( vi garantisco che non è stato facile, e non sto qui a spiegare il sistema, perchè sarebbe lungo e noioso ), quindi mi risparmio di comperare una stampante, anche perchè i prezzi sono molto buoni.

Per la pallavolo, sono abbastanza soddisfatto. Le ginocchia non mi hanno ancora dato problemi, complice il fatto che sono dimagrito di almeno 5-6 chili, ed i ragazzi con i quali mi alleno sono simpatici e giocano ad un buon livello. A breve, probabilmente, andrò anche a fare le partite di campionato ( me l'hanno chiesto ancora prima di vedere come gioco, perchè sono veramente in pochi ) sempre che riesca a compilare un improbabile formulario per gli atleti stranieri, del quale non capisco l'utilità, visto che non sono tesserato con nessuna squadra, in Italia. A causa del brutto tempo che permane da 5-6 giorni, non posso andare a fare giri in bici, ed un po' mi dispiace. Speriamo torni il sole.

Qui allo studentato, ho conosciuto parecchia altra gente, e finalmente alcuni tedeschi ed austriaci, per fare conversazione. Ieri sera sono andato all' "Oktoberfest Party" all'Università. Era un tentativo di emulazione della famosissima festa bavarese, con tanta gente con i vestiti tradizionali, che tra l'altro costano un occhio della testa, birre da litro, bretzel e wurstel bianchi. Ci sono andato con una mia amica di Roma, Elisa, che approfitto per salutare, un'altra ragazza di Roma che abita nel mio stesso corridoio qui allo studentato ed una coppia di amici austriaci di quest'ultima. Tra l'altro siamo anche entrati gratis, perchè la ragazza austriaca aveva un aggancio ( Original Italian Style ). La festa era molto affollata e decisamente divertente, con una buona percentuale di persone palesemente avanti dal lato "bibita" e musica tutto sommato gradevole ( hanno messo anche i De La Soul e, immancabile, "I will survive" ). Siamo tornati verso le tre, ed ho anche scroccato un passaggio in macchina, causa pioggia.

Oggi sono stato buono: passeggiata in centro nel pomeriggio e partita della Juve ( forse siamo fuori dalla "crisi" ) la sera. Speriamo che Novembre porti qualche buona novità dal punto di vista lavorativo.

5 commenti:

Grissino ha detto...

Tedesco ci vuole tanto... purtroppo é una lingua che non ha similitudini con Italiano, francese e ne ha poche con l'inglese.

Diciamo che la tua forza é essere circondato da persone che parlano tedesco... potessi io. :-P

Anonimo ha detto...

ciao OSCAR,
mi sembra che l'ambientamento procede a gonfie vele e mi fa piacere. Per il tedesco, ci vuole tempo. Quando comincerai a sentirti più sicuro vedrai non ci farai più caso. Per quanto concerne i tuoi compagni di corso, forse fanno una vita troppo poco sociale. Banchieri, violinisti: dai!!!!! Ti consiglio ambienti tipo "lorry drivers" ! - bibita donne di qualità, ed esercizio linguistico assicurato.
Hai presentato qualche C.V. di persona all' Handelszentrum di Klagenfurt. Forse, parlando direttamente col personale riesci ad avere qualche dritta !!
Ci sentiamo ...
UGHINO
Sir Fuck a Lot, only over 60

Anonimo ha detto...

Ciao Osky, se a pallavolo vai a giocare con la squadra dove ragazzi e ragazze si docciano assieme, mi porti a fare un allenameto quando verrò a trovarti? Se andrai a lavorare al Billa spero che mi offrirai anche uno spuntino (vano benissimo quei famosi panini che nessuno voleva mangiare)! Beato te che puoi partecipare a numerose feste studentesche full di sgnacchera e bibita ... io sabato sono andato al Macrillo, note positive: costo entrata € 8, bibite € 5, siamo tornati abbastanza bombardati e..... dopotutto è sempre un revival!
Salutoni.
Il tuo migliore amico!
Beda.

Oscar ha detto...

@Grissino: che era difficile lo sapevo da anni, ma mi sembra proprio di non venirne mai a capo. Speriamo bene. Per la gente, alla fine è stata questione di fortuna: stanza allo studentato, amici all'università, compagni di corso e di pallavolo. Di possibilità per parlare ne ho parecchie.
@Fabiei: lo penso anch'io, magari è gente che sta a casa a guardarsi dvd o a giocare col computer. Oppure abitano o hanno a che fare con gente che parla la loro stessa lingua, quindi sentono meno il bisogno di imparare il tedesco. "Lorry Driver" è un ambiente in cui non è facile entrare. Magari ci proverò più avanti. Non ho ancora portato il cv all'Handelszentrum, mi informerò in merito.
@Beda: non vado più ad allenarmi con quelli dell'università, per il momento, mi spiace. Macrillo è sempre divertente, e non ci sono cool, in genere. Per il bere, qui finchè stai a birre, non spendi niente ( alle feste costano 2.5-3 euro ), però, come sai bene, bisogna stare distanti dal resto, per questioni di dosi patetiche, e costi alti.

Lucio ha detto...

visto che qua si continua a scrivere di festini, donne, alcool (primi interessi miei sopra a lavoro, unversità e cose secondarie varie) mi sa che è meglio che la settimana prossima mi prepari il "materasso" perché leggi leggi parla parla ma se non torno là, mi sa che mi si rosica il fegato pian piano (non che per altri motivi non mi si stia rosicando) solo a leggerle queste cose. Aldilà del fatto che conoscendo discretamente il "prodotto locale" so già a cosa vengo incontro (non per niente, ci torno incontro) per cui, avrai l'impegno di farmi vedere cose "migliori" del solito!