lunedì 22 settembre 2008

Festino Erasmus

Ieri nel tardo pomeriggio, grazie all'ottima dritta datami da un amico del posto, mi sono imbucato in un festino di benvenuto per gli studenti Erasmus, qui al bar dello studentato.
Festa parecchio divertente, gente molto socievole ed un'atmosfera fantastica.
Tutti i partecipanti alla festa avevano un'etichetta con scritto il nome, e presto ne ho capita l'utilità: in tre ore avrò parlato con almeno una ventina di persone e senza le etichette, sarebbe stato impossibile ricordare i nomi. Ho conosciuto gente dall'Australia, Spagna, USA, Giappone, Corea e da diversi altri stati, europei e non ( ho parlato un po' anche con un ragazzo del Nicaragua ).
Un altro aspetto positivo, era che quasi tutte queste persone parlavano tedesco "elementare" ( o non lo parlavano proprio ), quindi per una sera non sono andato a letto con il mal di testa o, per essere più precisi, lo avevo stamattina ed è sicuramente imputabile ad altro.
Mi spiace di non aver fatto foto, ma gli organizzatori ne hanno fatte parecchie e spero le pubblichino presto sul sito ( www.entree.at ) del team che si occupa dell'accoglienza degli studenti Erasmus, così vedo se si possono prendere e postare qui sul blog.
Ad un certo punto, il discorso è un po' degenerato, nel senso che c'erano 5-6 personaggi che avevano esagerato con la bibita. Per fortuna non erano molesti. Ne ho trovato uno ( dal Michigan o Oregon, non ricordo ) disteso sul pavimento dell'entrata dello studentato con in mano una bottiglia quasi vuota di un super-alcolico rosso bordò che non avevo mai visto, ed una ragazza ( carina sopra il conto ) in bagno degli uomini, in stato semi-comatoso. Un'altra ragazza scozzese che conosco, non era in condizione di tornare a casa a piedi, e le hanno dato gratis una stanza allo studentato ( che organizzazione ! ). Tralascio la descrizione di un paio di altri episodi, per una questione di buon gusto.
L'amico che mi ha "invitato", Markus, ha detto che organizzano spesso party del genere, solo che non ne fanno gran pubblicità per evitare che si popolino di rompi-scatole.
Ho dato forfait verso le due, anche perchè dovevo ancora cenare, essendo iniziata la festa alle sette di sera.

Oltre a questo, forse ho delle buone novità per la casa, ma preferisco aspettare domani per parlarne, anche per una questione di scaramanzia.

Inoltre, la Juventus si trova al posto che si merita in classifica, nonostante una prestazione non entusiasmante, in parte giustificabile dal gran numero di assenze importanti. Oggi, in un paio di giornali qui in Austria c'erano articoli sul debutto di Manninger, che elogiavano giustamente la prestazione del nuovo acquisto della Juve.

5 commenti:

Lucio ha detto...

le feste erasmus godon sempre di quel non so che, che te le fa ricordare sempre a lungo. Che sia l'alcool? La Juve è prima. E è cosa buona e giusta!

Grissino ha detto...

Ma sei sempre a festeggiare fino a tardi?!

Anonimo ha detto...

OSCAR,
se riuscissi ad informare in anticipo anche i tuoi vecchi amici di studio, nonchè di beach e ping-pong, di un prossimo simil evento ... sarebbe cosa alquanto gradita !
Comunque "viel spass" sempre !
ciao Ughino

Oscar ha detto...

@Lucio: speriamo che duri ( la Juventus, intendo ).
@grissino: credimi, da quando sono qui "festeggio" molto meno che in Italia.
@Ughino: l'ho saputo anch'io a festa già cominciata. Comunque, non valeva la pena di partire dall'Italia per un festino al Mozartclub, anche se era di ottima qualità.

Grissino ha detto...

Beh, in Italia era una festa unica allora!
:-D