domenica 14 settembre 2008

Niente da fare

Niente da fare per la stanza: ne ho vista un'altra giovedì. Ci contavo, anche perchè il prezzo e le condizioni ( niente cauzione ) erano allettanti, ma la stanza era anche questa volta indecente per vari motivi, tra i quali la mancanza di un vero e proprio letto, sostituito da un improbabile divano-letto, alla vista del quale la mia schiena ha cominciato subito a lamentarsi.
Lunedì devo vedere un'altra stanza, speriamo che sia la volta buona, anche perchè l'appartamento è in una zona bellissima.
Nel frattempo, continuo ad occupare la mia stanza 106 allo studentato, alla quale mi sto affezionando, ma che purtroppo è libera solo fino a fine settembre. Spero vivamente di trovare qualcosa prima, altrimenti mi toccherà trasferirmi all'ostello qui vicino o in qualche pensione economica.

Niente da fare per il tedesco: sto migliorando, ed un paio di persone mi hanno fatto anche i complimenti ( credo solo per gentilezza ), ma sono ancora in alto mare. Sono uscito ieri sera e stasera con della gente del posto che ho conosciuto grazie ad un ragazzo che studia informatica qui a Klagenfurt e lavora presso l'Università, con il quale sono andato subito d'accordo. Quando parlano tra di loro non capisco quasi niente. Quando si rivolgono a me parlano lentamente ed in "Hoch Deutsch", quindi capisco quasi sempre. Ma quando parlano tra loro usano parecchie frasi idiomatiche, parlano velocemente ed alcuni hanno anche un accento al quale non è semplice abituarsi. Non dico di essere deluso, ma mi piacerebbe riuscire a capire di più di quello che dice la gente, e non credo ci siano libri che insegnino a farlo.

Niente da fare per la voglia di studiare, che non ho minimamente, nonostante la quantità vergognosa di tempo libero a mia disposizione. Questa settimana avrò studiato si e no 4-5 ore, e potrei fare molto di più.

In compenso, ho conosciuto parecchia gente interessante che fa parte dell'ambiente dell'Università qui a Klagenfurt. E' gente molto socievole e divertente, come mi aspettavo, e fa piacere avere qualche aggancio per bere qualcosa la sera.
Altra consolazione è il fatto che per tutta la settimana è stato bel tempo, cosa che mi ha permesso di fare qualche bel giro in bicicletta e di andare al lago a fare il bagno, in completa tranquillità, visto che la stagione turistica è praticamente finita e di turisti ne sono rimasti veramente pochi.
Ieri è arrivata la pioggia e le temperature sono precipitate. Oggi pomeriggio sono uscito con la felpa e la cerata ed avevo un po' freddo. In stanza, se apro la finestra entra gelo. Per i primi giorni della settimana prossima è previsto nuvoloso, ma con temperature molto basse ( tra i 5 ed i 17 gradi ), quindi credo che l'estate qui sia finita. La prossima volta che vengo a casa in Italia ( non appena trovo una stanza ) mi porto via la roba da vestire invernale.

In conclusione, volevo segnalarvi una band americana, i Blues Traveller, che io ho conosciuto per merito di Chicco e Fede, ma che qui in Italia non conosce quasi nessuno, anche a causa della distribuzione praticamente inesistente dei cd ed alla mancanza di pubblicità. Il cantante, oltre ad avere una bella voce ( a mio parere, logicamente ), suona l'armonica da paura. Anche i testi sono parecchio ricercati.
Di seguito posto i link di un paio di video ( con i testi ), ma ne trovate altri su youtube.

BLUES TRAVELLER - Run-around
BLUES TRAVELLER - Hook

8 commenti:

Grissino ha detto...

Per il tedesco é normale... prima si impara quello standard e poi quello terribile parlato dai "locali" che poi credo che gente di una certa cultura parli solo buon tedesco, almeno con uno straniero. Anche qui capita, forse meno essendo una grossa cittá...

Anonimo ha detto...

Ciao, bello il tuo blog (sono arrivata qui dal blog di Grissino)

Lucio ha detto...

anch'io ho dei minimi ricordi di gente che abita lì abbastanza pessimi per quanto riguarda la parlata. Tra i 5 e i 17 gradi mi sembra particolarmente freschino, tra poco ti ci tocca dormire, con la cerata! Dai dai, che se non trovi la stanza per un po' i cinesini altro che contenti saranno di vederti lì tuti i giorni!

Anonimo ha detto...

Ciao Oscar, ci sei mancato al Cazzago sitis laif festival 2008..
Ciao Checco

nonhovoglia ha detto...

sono anche io alle prese per cercare un appartamento nuovo qua a vienna pero'.

Per il tedesco,quando parlano in gruppo e' sempre molto difficile segurili ......soprattutto se parlano magari in dialetto

Oscar ha detto...

@Grissino: non ho fretta, e non pretendo di imparare in un mese a capire tutto, ma credimi, torno a casa con il cervello che mi brucia quando esco con i "locali".
@Trinity: grazie per i complimenti.
@Lucio: in macchina ho anche un plaid, per ogni evenienza. Prima dei cinesini, provo all'ostello. Comunque anche dai cinesi è passabile. Inoltre hanno da poco istituito un buffet "All you can eat" da 3.5 euro a persona.
@Checco: mio fratello mi ha raccontato che è stato un successone. Mi spiace di essere mancato. Spero che gli affari vi siano andati bene.
@Nonhovoglia: ...e magari parlano di argomenti dei quali non conosci i termini, o hanno accenti impossibili da decifrare. Pazienza, spero di migliorare.

Anonimo ha detto...

Allora novità ?

Martina ha detto...

Ciao Oscar,
allora, com'era la casa lunedì?
Spero tu abbia trovato!
Ciao ciao. Martina.