giovedì 14 agosto 2008

Avanti, ma lentamente.

Il "lentamente" si riferisce sia ai miei progressi in tedesco, sia alla mia situazione abitativa.
Il rallentamento dei primi, è dovuto al fatto che sono qui per tutta la settimana quattro cari amici in ferie, e tra le lezioni, alcune partite di Beach Volley ed alcune serate non distruttive, ma un po' dannose, non ho tanta voglia di studiare, ed in classe arrivo un po' stanco, specialmente alle lezioni pomeridiane, che per fortuna sono più leggere ( oggi abbiamo ascoltato musica tedesca un'ora; ho capito sì e no un paio di parole per canzone ).
Domani è ferragosto, l'Università è chiusa, ma, pensate che gentili, lasciano alcune aule aperte così da permetterci di fare lezione lo stesso.
Al corso è arrivata gente nuova, di cui un paio di persone che conosco dagli anni scorsi, e che mi ha fatto molto piacere rivedere.

Per quanto riguarda l'alloggio, che dovrei trovarmi a partire dai primi di settembre, la situazione non è rosea. Credevo ci fosse più offerta per stanze in appartamenti condivisi ( che qui chiamano WG ) invece scarseggiano, nonostante il semestre universitario cominci a ottobre. Se non trovo niente entro i primi giorni della settimana prossima, comincierò a cercare anche un appartamento tutto per me, anche se ciò mi darebbe un po' fastidio, soprattutto per la maggiore lentezza con la quale apprenderei la lingua. Ho messo in giro la voce anche con diversi abitanti del posto. Spero di avere un colpo di fortuna.

A proposito di serate dannose, stasera è in programma, presso l'Università qui a Klagenfurt, un improbabile "Jamaica Party" per il quale sono previsti un'affluenza notevole e prezzi popolari per le bevande. Comincia esattamente tra 22 minuti, ma credo che andrò là verso le undici a vedere com'è la situazione.

5 commenti:

nonhovoglia ha detto...

come era il jamaica party ? :)

Grissino ha detto...

Certo che a parte la passione per l'Austria, siamo completamente diversi. Io non ho voglia di condividere l'appartamento e non vado volentieri a questi parti "dannosi" pieni di "ose da bere". Mi piacciono le serate ristrette, in giardino, con gli amici e tanti manicaretti. :-P

La casa in condivisione si usa molto in Italia perché gli affitti son alti. Qui non é cosí. Scusa, tu compreresti l'auto in comune se puoi averne una tua?!

sariti ha detto...

ciao oscar!ti ho "stanato" tramite il blog di grissinen...benvenuto nel club dei giovani italiani trasferitisi in austria...baci da vienna... :.)

Oscar ha detto...

@Grissino: in una delle mail che ti ho spedito, te l'ho scritto che per tanti aspetti eravamo agli estremi. A me le feste, specie prive di gente cool come quella di ieri, piacciono abbastanza. Per l'appartamento, anche quello è soggettivo: con altra gente, è innegabile che impari più velocemente a parlare ed è innegabile che spendi al massimo la metà rispetto a prendere un appartamento da solo.
Inoltre, se è gente "valida", puoi sempre chiedere dritte ed hai meno difficoltà a conoscere altre persone.
@sariti: grazie mille per il benvenuto e per la visita al blog. Spero di trovare un'abitazione quanto prima.
@nonhovoglia: ne parlo un po' nel post successivo, comunque bene.

Sulis ha detto...

Good words.